memorieincammino.it
Testimonianze, documenti, immagini di un'Italia in trasformazione (1922-1945)
Sono presenti 879 fonti
memorieincammino.it
Testimonianze, documenti, immagini di un'Italia in trasformazione (1922-1945)
Sono presenti 879 fonti
memorieincammino.it
Testimonianze, documenti, immagini di un'Italia in trasformazione (1922-1945)
Sono presenti 879 fonti
Memorie in cammino è ottimizzato per una visualizzazine in verticale.
Ti invitiamo a ruotare il dispositivo.

Parole Chiave

Home Page   >    Parole Chiave    >    Badogliani
Search
Generic filters
Filtra i risultati:

Badogliani

Le formazioni monarchiche e badogliane erano principalmente composte da partigiani (chiamati anche partigiani azzurri) di estrazione borghese e di idee liberali o conservatrici, accomunati dalla fedeltà alla Monarchia. Facevano riferimento alla Casa Reale e riconoscevano in Raffaele Cadorna il loro capo militare. Erano nati dai reparti del Regio Esercito che rifiutarono la logica del "tutti a casa", abbracciando la lotta partigiana dopo l'Armistizio italiano del settembre 1943.

Avendo conservato la loro struttura gerarchica, i partigiani azzurri poterono apportare alla Resistenza l'esperienza bellica e la capacità di rapportarsi coi comandi militari alleati, essenziale per ricevere rifornimenti e aiuti.

Una delle più note formazioni azzurre fu il I Gruppo Divisioni Alpine, operante nelle Langhe piemontesi, comandata da Enrico Martini "Mauri", il quale organizzò la guerriglia con efficienza e metodo creando piccoli gruppi d'azione, quindi più agili negli spostamenti e negli attacchi, e creando nelle retrovie dei luoghi sicuri dove riorganizzarsi.

Va precisato che agli inizi della guerra partigiana il termine badogliano fu utilizzato per indicare i partigiani armati in generale, tant'è che questo vocabolo venne usato dai repubblichini per tutta la durata della guerra senza fare distinzioni di colore politico fra i resistenti, dato che, fedeli a Badoglio, tradivano il Fascismo. Solo a guerra di Liberazione inoltrata, l'espressione divenne sinonimo di quelle formazioni autonome a tendenza monarchica.

Bibliografia e approfondimenti:

  • Roberto Battaglia, Storia della Resistenza italiana. 8 settembre 1943-25 aprile 1945, G. Einaudi Editore, Torino 1964;
  • Pietro Secchia, Enciclopedia dell'Antifascismo e della Resistenza, La Pietra, Milano 1971;
  • Arrigo Boldrini, Enciclopedia della Resistenza, Teti Editore, Milano 1980;
  • Enzo Collotti, Renato Sandri, Frediano Sessi (a cura di), Dizionario della Resistenza, 2 voll., G. Einaudi Editore, Torino 2001;
  • per ulteriori informazioni è possibile visitare il sito ufficiale dell'ANPI (Associazione Nazionale Partigiani d'Italia).

Fonti
Extra

Naviga in memorieincammino.it

Tutte le pagine che navigherai le ritroverai in quest'area.

Memorie in cammino
Right Menu Icon