memorieincammino.it
Testimonianze, documenti, immagini di un'Italia in trasformazione (1922-1945)
Sono presenti 1175 fonti
memorieincammino.it
Testimonianze, documenti, immagini di un'Italia in trasformazione (1922-1945)
Sono presenti 1175 fonti
memorieincammino.it
Testimonianze, documenti, immagini di un'Italia in trasformazione (1922-1945)
Sono presenti 1175 fonti
Memorie in cammino è ottimizzato per una visualizzazine in verticale.
Ti invitiamo a ruotare il dispositivo.

Luoghi

Home Page   >    Luoghi    >    Asmara (ERITREA)
Search
Generic filters
Filtra i risultati:

Asmara (ERITREA)

Asmara è la capitale, la città più popolosa e il principale centro industriale, economico e culturale dell'Eritrea. Nel 1889 fu occupata dalle truppe italiane e divenne capitale della colonia nel 1897. Già alcuni anni prima dell'occupazione però, nel 1887, gli Italiani, sotto la direzione dell'ingegnere Emilio Olivieri, erano arrivati a poche decine di chilometri da Asmara, costruendo la prima tratta della ferrovia che partendo da Massaua raggiungeva il forte militare di Saati. Successivamente, durante l'amministrazione del Governatore Ferdinando Martini, la linea fu prolungata, sotto la direzione dell'ingegnere Francesco Schupfer, e raggiunse Asmara nel dicembre del 1911. Nel corso degli anni Venti, grazie al governatore trevigiano Jacopo Gasparini, e ancor più nel decennio successivo, il profilo architettonico della città mutò radicalmente, con la costruzione di nuove strutture ed edifici in stile razionalista, che portarono la città ad essere soprannominata "Piccola Roma". Tra gli edifici più notevoli del periodo coloniale fascista si ricordano il Cinema Impero, costruito nel 1937 e considerato uno degli esempi più emblematici in stile Art Déco, e la stazione di servizio Fiat Tagliero, un impressionante edificio in stile futurista costruito nel 1938 a forma di aeroplano e dotato di due incredibili "ali" autoportanti. Il 1º aprile 1941, durante la Seconda Guerra Mondiale, Asmara fu occupata, insieme al resto dell'Eritrea, dalle truppe britanniche del generale William Platt.


Fonti
Soci

Naviga in memorieincammino.it

Tutte le pagine che navigherai le ritroverai in quest'area.

Memorie in cammino
Right Menu Icon