memorieincammino.it
Testimonianze, documenti, immagini di un'Italia in trasformazione (1922-1945)
Sono presenti 879 fonti
memorieincammino.it
Testimonianze, documenti, immagini di un'Italia in trasformazione (1922-1945)
Sono presenti 879 fonti
memorieincammino.it
Testimonianze, documenti, immagini di un'Italia in trasformazione (1922-1945)
Sono presenti 879 fonti
Memorie in cammino è ottimizzato per una visualizzazine in verticale.
Ti invitiamo a ruotare il dispositivo.

Persone

Home Page   >    Persone    >    Silvano Rossi
Search
Generic filters
Filtra i risultati:

Silvano Rossi
Nato a Meldola (FC)

il   09/11/1924

Morto a Civitella di Romagna (FC)

il   17/07/1944

Silvano Rossi nasce a Meldola, in provincia di Forlì-Cesena, il 9 novembre del 1924 da Pasquale Rossi e Letizia Bosi.
Secondo di quattro fratelli, lavorava come operaio meccanico presso la fornace “Bisulli” quando nel giugno 1944 decide di entrare nella fila dei partigiani spinto dal desiderio di libertà e dalla notizia che sarebbe stato chiamato come militare di leva per combattere con i nazifascisti.
Solo dopo aver raggiunto i compagni nelle colline romagnole informerà la famiglia della sua partenza.
Il periodo del suo partigianato è, però, molto breve. Il 17 luglio, infatti, nei pressi di Seguno, durante il combattimento che era seguito al rastrellamento in località Cigno, viene catturato insieme a Secondo Castellucci.
Condotto dai nazifascisti presso le scuole di Cigno e lì sottoposto a torture, verrà fucilato insieme all’amico il giorno stesso.
Silvano Rossi è stato riconosciuto partigiano del 5° Distaccamento dell’8^ Brigata Garibaldi “Romagna” con ciclo operativo dal 18 giugno al 17 luglio 1944. Nell’ottobre 1988 l’Amministrazione di Meldola gli ha intitolato una via del centro abitato di San Colombano.

Bibliografia e approfondimenti:


Fonti
Extra

Naviga in memorieincammino.it

Tutte le pagine che navigherai le ritroverai in quest'area.

Memorie in cammino
Right Menu Icon