memorieincammino.it
Testimonianze, documenti, immagini di un'Italia in trasformazione (1922-1945)
Sono presenti 879 fonti
memorieincammino.it
Testimonianze, documenti, immagini di un'Italia in trasformazione (1922-1945)
Sono presenti 879 fonti
memorieincammino.it
Testimonianze, documenti, immagini di un'Italia in trasformazione (1922-1945)
Sono presenti 879 fonti
Memorie in cammino è ottimizzato per una visualizzazine in verticale.
Ti invitiamo a ruotare il dispositivo.

Persone

Home Page   >    Persone    >    Rodolfo Remigi
Search
Generic filters
Filtra i risultati:

Rodolfo Remigi
Nato a Porcia (UD)

il   18/10/1907

Morto a Campo di Gusen (AUSTRIA)

il   11/03/1945

Rodolfo Remigi nasce a Porcia (UD) il 18 ottobre 1907.
Sposato e con due figli, abitava a Cinisello Balsamo (MI) e lavorava come tornitore nella I Sezione della Breda.
La notte tra il 13 e il 14 marzo 1944 viene arrestato dai militi fascisti per aver partecipato allo sciopero che dal 1° marzo aveva bloccato per otto giorni le più grandi fabbriche del Nord.
La stessa notte saranno prelevati dalle loro abitazioni anche Angelica Belloni, Rosa Crovi, Maria Fugazza, Ines Gerosa, Riviero Limonta, Giovanni Ragazzo, Giovanni Vergani, Tarcisio Vergani, Addone Visioli e Marcello Zaffoni.
Rinchiuso a Milano, prima a San Fedele e poi al carcere di San Vittore, è successivamente condotto a Bergamo e, da lì, trasferito al campo di Mauthausen (AUSTRIA) dove arriva il 20 marzo 1944. Nel lager gli viene assegnata la matricola n. 59094.
In circa un anno di internamento passa da vari campi: il 24 marzo è a Gusen, il 16 aprile nuovamente a Mauthausen e nello stesso mese a Wien Schwechat, il 2 settembre a Wien Floridsdorf, il 2 dicembre ad Auschwitz (POLONIA), il 29 gennaio 1945 ancora a Mauthausen e, infine, il 16 febbraio a Gusen dove muore per debolezza cardiaca e colite l’11 marzo 1945.
Dopo la Liberazione gli sarà riconosciuta, per un periodo di quindici mesi e ventidue giorni, la qualifica di partigiano operante nella 108^ Brigata Garibaldi SAP “Daniele Martosio”.
Il Comune di Cinisello Balsamo (MI) gli ha intitolato una strada cittadina.

Bibliografia e approfondimenti:


Fonti
Extra

Naviga in memorieincammino.it

Tutte le pagine che navigherai le ritroverai in quest'area.

Memorie in cammino
Right Menu Icon