memorieincammino.it
Testimonianze, documenti, immagini di un'Italia in trasformazione (1922-1945)
Sono presenti 1175 fonti
memorieincammino.it
Testimonianze, documenti, immagini di un'Italia in trasformazione (1922-1945)
Sono presenti 1175 fonti
memorieincammino.it
Testimonianze, documenti, immagini di un'Italia in trasformazione (1922-1945)
Sono presenti 1175 fonti
Memorie in cammino è ottimizzato per una visualizzazine in verticale.
Ti invitiamo a ruotare il dispositivo.

Persone

Home Page   >    Persone    >    Mario Roveda
Search
Generic filters
Filtra i risultati:

Mario Roveda
Nato a Piacenza (PC)

il   07/05/1889

Morto a Parma (PR)

il   19/08/1958

Generale della Riserva, dopo l’armistizio dell’8 settembre 1943, s’impegnò nella Resistenza con il nome di copertura di “Strani”. Entrato nella 12a Brigata Garibaldi operante sull’Appennino parmense, fu nominato responsabile del “Comando piazza” di Reggio Emilia e, come tale, guidò le formazioni partigiane della pianura reggiana fino al dicembre del 1944, quando parte dei membri del Comando furono arrestati dalla polizia fascista. “Strani” riuscì ad evitare la cattura e a riparare in montagna. Gli fu quindi affidato il Comando Nord-Emilia, dal quale dipendevano le formazioni partigiane delle province di Piacenza, Parma e Reggio. Dopo la Liberazione, promosso generale di Divisione per meriti di guerra, Mario Roveda restò in servizio attivo sino alla fine del 1947. L’anno dopo, assunta a Parma la presidenza del Comitato provinciale del Fronte Democratico Popolare, fu eletto deputato con circa 75.000 voti di preferenza. Nel 1953, Roveda, che si era candidato alle elezioni per il Senato in una formazione di destra (Alleanza Democratica Nazionale), raccolse soltanto 788 voti. (tratto dal sito Anpi)


Fonti
Le fonti correlate a:
Mario Roveda

Fonti
Extra

Naviga in memorieincammino.it

Tutte le pagine che navigherai le ritroverai in quest'area.

Memorie in cammino
Right Menu Icon