memorieincammino.it
Testimonianze, documenti, immagini di un'Italia in trasformazione (1922-1945)
Sono presenti 879 fonti
memorieincammino.it
Testimonianze, documenti, immagini di un'Italia in trasformazione (1922-1945)
Sono presenti 879 fonti
memorieincammino.it
Testimonianze, documenti, immagini di un'Italia in trasformazione (1922-1945)
Sono presenti 879 fonti
Memorie in cammino è ottimizzato per una visualizzazine in verticale.
Ti invitiamo a ruotare il dispositivo.

Parole Chiave

Home Page   >    Parole Chiave    >    Resistenza
Search
Generic filters
Filtra i risultati:

Resistenza

Lotta popolare, politica e militare che si è sviluppata in Europa nel corso della Seconda Guerra Mondiale, in collaborazione con gli eserciti dei paesi alleati (Stati Uniti, Inghilterra, Unione Sovietica, ecc.), per liberare il continente dall'occupazione nazifascista.

Proprio la diffusione su tutto il territorio europeo invaso e l'obiettivo comune di cacciare le truppe nazifasciste la qualificarono come Resistenza europea, pur nelle specificità delle situazioni nazionali. Essa ha avuto al suo interno partiti, istituzioni, aggregati sociali con istanze diverse, che andavano dal ripristino dei sistemi politici e sociali preesistenti alla realizzazione di società più democratiche, più solidali e più avanzate sul piano sociale.

Nei paesi con un solido equilibrio politico e sociale, come Danimarca, Norvegia e Olanda, l'obiettivo di fondo era la liberazione nazionale e il ritorno all'ordine prebellico, mentre in altri la Resistenza assunse un carattere di lotta politica antifascista, rivoluzionaria e di classe (Jugoslavia, Francia, Grecia, Belgio e Polonia).

In Germania i vari gruppi di opposizione, poco collegati tra loro, furono interamente sterminati e non arrivarono ad organizzare una lotta armata antinazista.

Carattere unificante della Resistenza europea fu, dopo una prima fase di propaganda e di resistenza passiva, la nascita della guerriglia, alimentata soprattutto da giovani volontari, renitenti alla leva, prigionieri evasi.

In Italia la Resistenza armata iniziò l'8 settembre 1943, con l'occupazione tedesca, e terminò il 25 aprile 1945, con l'insurrezione dell'Italia settentrionale. Essa fu anzitutto un movimento di liberazione dall'invasore nazista, ma, al contempo, fu lotta contro le forze interne (la Repubblica Sociale Italiana) che collaboravano con l'esercito occupante: in questo senso assunse anche la natura di guerra civile.

La Resistenza ebbe luogo principalmente nell'Italia centro-settentrionale sotto la direzione del Comitato di Liberazione Nazionale (CLN), che riuniva i diversi partiti antifascisti: il Partito d'Azione, il Partito Comunista, la Democrazia Cristiana, il Partito Democratico del Lavoro, il Partito Socialista. Il maggiore contributo venne dai giovani delle classi richiamate alle armi dalla RSI, che scelsero di confluire nelle brigate partigiane e nelle altre organizzazioni di lotta, nonché da militanti e dirigenti di tutti i partiti antifascisti. La Resistenza operò non solo in montagna, ma anche nelle città e nelle campagne, e coinvolse nuovi soggetti sociali come i giovani, i ceti medi urbani e le donne. Momento culminante fu l'insurrezione e la liberazione delle grandi città del Nord nell'aprile 1945, in taluni casi prima dell'arrivo dell'esercito alleato e dopo un durissimo inverno che aveva visto la violenza nazista scagliarsi contro la popolazione civile. Alla fine della guerra le cifre dei caduti furono rilevanti: circa 60.000 partigiani combattenti in Italia o all'estero, 10.000 civili, 40.000 deportati nei lager nazisti, 700.000 militari deportati.

Bibliografia e approfondimenti:

  • Dizionario di storia, Bruno Mondadori Editore, Milano 1995;
  • Enzo Collotti, Renato Sandri, Frediano Sessi (a cura di), Dizionario della Resistenza, 2 voll., Giulio Einaudi Editore, Torino 2001;
  • Gianni Oliva, La Resistenza. 8 settembre 1943-25 aprile 1945, Giunti, Firenze 2003;
  • Santo Peli, La Resistenza in Italia. Storia e critica, Giulio Einaudi Editore, Torino 2004;
  • Alberto Cavaglion, La Resistenza spiegata a mia figlia, L'ancora del Mediterraneo, Napoli 2005;
  • Santo Peli, Storia della Resistenza in Italia, Giulio Einaudi Editore, Torino 2006;
  • Claudio Pavone, Una guerra civile. Saggio storico sulla moralità della Resistenza, Bollati Boringhieri, Torino 2006.

Approfondimenti al femminile

Di fatto “volontarie della libertà”, le donne parteciparono attivamente alla Resistenza ricoprendo molti e diversi ruoli: da staffette ad infermiere, da sarte a scioperanti nelle fabbriche, finanche a partigiane armate.

I mesi della Resistenza chiesero tanto alle donne, ma questo periodo rappresentò per loro una vera e propria rivoluzione: esse si affacciarono su una dimensione pubblica del mondo, vivendo fino in fondo un momento di straordinaria libertà e di straordinaria coscienza di sé, che portò ad una mutazione sia nei ruoli tradizionali, dal privato al pubblico, sia di conseguenza, nei rapporti uomo/donna.

Bibliografia e approfondimenti:

  • Anna Bravo, Anna Maria Bruzzone, In guerra senza armi. Storie di donne 1940-1945, Editori Laterza, Roma 1995;
  • Marina Addis Saba, Partigiane. Tutte le donne della Resistenza, Mursia Editore, Milano 1998;
  • Elena De Marchi, Donne, Fascismo e Resistenza. Un itinerario storico e storiografico, in Casa Editrice Pearson.

Resistenza – Per saperne di più…Approfondimenti al femminile


Fonti
Le fonti correlate a:
Resistenza

Fonti
Extra
I documenti correlati a:
Resistenza

Extra

Naviga in memorieincammino.it

Tutte le pagine che navigherai le ritroverai in quest'area.

Memorie in cammino
Right Menu Icon