memorieincammino.it
Testimonianze, documenti, immagini di un'Italia in trasformazione (1922-1945)
Sono presenti 1175 fonti
memorieincammino.it
Testimonianze, documenti, immagini di un'Italia in trasformazione (1922-1945)
Sono presenti 1175 fonti
memorieincammino.it
Testimonianze, documenti, immagini di un'Italia in trasformazione (1922-1945)
Sono presenti 1175 fonti
Memorie in cammino è ottimizzato per una visualizzazine in verticale.
Ti invitiamo a ruotare il dispositivo.

Parole Chiave

Home Page   >    Parole Chiave    >    Resa incondizionata
Search
Generic filters
Filtra i risultati:

Resa incondizionata

La resa incondizionata è il trattato secondo cui una parte accetta di arrendersi al nemico senza avanzare alcun tipo di pretesa (né territoriale, né politica, né economica o militare); questa caratteristica la rende la forma di sconfitta più totale e umiliante per il paese che si arrende.

Durante la Seconda Guerra Mondiale, nel corso della Conferenza di Casablanca del gennaio 1943, il presidente americano Franklin D. Roosevelt e il primo ministro inglese Winston Churchill non solo pianificarono la strategia europea degli Alleati, ma si accordarono anche sul principio della resa incondizionata da imporre agli avversari: la guerra sarebbe continuata fino alla vittoria totale, senza patteggiamenti con la Germania, con l'Italia e con i loro alleati.

L'atto formale conclusivo che sancì la definitiva sconfitta delle forze armate nazifasciste in Italia fu la resa di Caserta, firmata il 29 aprile 1945 e operativa dal successivo 2 maggio.

Bibliografia e approfondimenti:

  • Enzo Collotti, Renato Sandri, Frediano Sessi (a cura di), Dizionario della Resistenza, 2 voll., G. Einaudi Editore, Torino 2001.

Fonti
Le fonti correlate a:
Resa incondizionata

Fonti
Extra

Parole correlate:

Alleati (104)
Fascismo (123)

Naviga in memorieincammino.it

Tutte le pagine che navigherai le ritroverai in quest'area.

Memorie in cammino
Right Menu Icon