memorieincammino.it
Testimonianze, documenti, immagini di un'Italia in trasformazione (1922-1945)
Sono presenti 879 fonti
memorieincammino.it
Testimonianze, documenti, immagini di un'Italia in trasformazione (1922-1945)
Sono presenti 879 fonti
memorieincammino.it
Testimonianze, documenti, immagini di un'Italia in trasformazione (1922-1945)
Sono presenti 879 fonti
Memorie in cammino è ottimizzato per una visualizzazine in verticale.
Ti invitiamo a ruotare il dispositivo.

Parole Chiave

Home Page   >    Parole Chiave    >    Carta del Lavoro
Search
Generic filters
Filtra i risultati:

Carta del Lavoro

(21 aprile 1927) La Carta del Lavoro fu uno dei documenti più importanti del Corporativismo fascista, emanata dal Gran Consiglio del Fascismo. Racchiudeva al suo interno l'insieme di norme e valori ispiratori dell'ordinamento sindacale-corporativo fascista. Non ebbe valore giuridico fino al 1941 e venne abolita definitivamente nel '44.

In trenta dichiarazioni programmatiche sintetizzava i principi fondamentali dell'ordinamento sindacale-corporativo fascista: la preminenza dell'interesse della produzione nazionale, il sindacato unico come organo dello Stato, la Magistratura del lavoro per la conciliazione delle controversie tra datori e prestatori d'opera. Stabiliva inoltre le norme principali per la formazione dei contratti di lavoro e assegnava agli organi corporativi la sorveglianza sull'applicazione delle leggi a tutela del lavoro e lo sviluppo delle assicurazioni sociali.

Emanata il 21 aprile 1927, e benché pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale, non ebbe valore giuridico fino al 1941, quando fu inserita tra i principi generali dell'ordinamento giuridico, con valore non percettivo ma interpretativo delle leggi vigenti. Tuttavia, la Carta del Lavoro già dal 1928 divenne fonte di norme giuridiche in base a due decreti che imponevano ai sindacati di ispirarsi nella contrattazione ai suoi dettami e autorizzavano il governo a darle completa attuazione. Il sistema corporativo da essa preconizzato fu avviato solo nel 1934.

La Carta del Lavoro venne abolita nel 1944.

Bibliografia e approfondimenti:

  • Dizionario di storia, Bruno Mondadori Ed., Milano 1995;
  • A. Del Boca, M. Legnani, M. G. Rossi (a cura di), Il regime fascista, Editori Laterza, Roma-Bari 1995;
  • Pierre Milza, Serge Berstein, Nicola Tranfaglia, Brunello Mantelli, Dizionario dei fascismi. Personaggi, partiti, culture e istituzioni in Europa dalla Grande Guerra ad oggi, Bompiani, Milano 2002;
  • Patrizia Dogliani, Il fascismo degli italiani. Una storia sociale, UTET, Torino 2008.

Fonti
Extra
I documenti correlati a:
Carta del Lavoro

Extra

Parole correlate:

Naviga in memorieincammino.it

Tutte le pagine che navigherai le ritroverai in quest'area.

Memorie in cammino
Right Menu Icon