memorieincammino.it
Testimonianze, documenti, immagini di un'Italia in trasformazione (1922-1945)
Sono presenti 1175 fonti
memorieincammino.it
Testimonianze, documenti, immagini di un'Italia in trasformazione (1922-1945)
Sono presenti 1175 fonti
memorieincammino.it
Testimonianze, documenti, immagini di un'Italia in trasformazione (1922-1945)
Sono presenti 1175 fonti
Memorie in cammino è ottimizzato per una visualizzazine in verticale.
Ti invitiamo a ruotare il dispositivo.

Parole Chiave

Home Page   >    Parole Chiave    >    Campo di concentramento
Search
Generic filters
Filtra i risultati:

Campo di concentramento

Per campo di concentramento (o campo di internamento) si intende una struttura carceraria all'aperto, per la detenzione di civili e/o militari. È solitamente provvisoria, atta a detenere grandi quantità di persone, e spesso usata per prigionieri di guerra, destinati (nel migliore dei casi) ad essere scambiati o rilasciati alla fine del conflitto. I campi di concentramento rappresentarono un elemento cardine del potere nazionalsocialista, in quanto ne costituivano il principale strumento di repressione e di terrore. 

Bibliografia e approfondimenti:

  • Dizionario di storia, Bruno Mondadori Ed., Milano 1995;
  • Luigi Tommasini (a cura di), Le diverse prigionie dei militari italiani nella Seconda Guerra Mondiale, Edizioni Regione Toscana, Firenze 1995;
  • Roy Gutman, David Rieff (a cura di), Crimini di guerra. Quello che tutti dovrebbero sapere, Contrasto-Internazionale, Roma 1999;
  • Pierre Milza, Serge Berstein, Nicola Tranfaglia, Brunello Mantelli, Dizionario dei fascismi. Personaggi, partiti, culture e istituzioni in Europa dalla Grande Guerra ad oggi, Bompiani, Milano 2002;
  • Marina Cattaruzza, Marcello Flores, Simon Levis Sullman, Enzo Traverso (a cura di), Storia della Shoah. La crisi dell'Europa, lo sterminio degli Ebrei e la memoria del XX secolo, 5 voll., UTET, Torino 2005-2006.
Campo di concentramento - Per saperne di più...

Approfondimenti al femminile

Degli oltre 40mila campi di concentramento e altre strutture carcerarie organizzate dallo Stato nazista, interi campi, così come speciali aree all’interno di altri campi di concentramento, furono destinati specificatamente alle donne.

Moringen nei pressi di Hannover, Lichtenburg in Sassonia, Ravensbrück vicino alla città di Fürstenberg furono i principali di questi campi di concentramento in cui direzione e gestione furono in mano alle SS, mentre la sorveglianza fu compito di guardie tutte femminili.

Ausiliarie e internate furono le 2 facce del coinvolgimento delle donne all’interno del sistema concentrazionario nazista.

Bibliografia e approfondimenti:

  • Shoah e identità di genere, in Francesco Maria Feltri, Maria Manuela Bertazzoni, Franca Neri, Chiaroscuro, Sei Editrice 2010;
  • Alessandra Chiappano (a cura di), Essere donne nel lager, Editrice La Giuntina, Firenze 2009;
  • D. Ofer, L.J. Weitzman (a cura di), Donne nell’Olocausto, Le Lettere, Firenze 2001.

Sistema concentrazionario nazista – Per saperne di più…Approfondimenti al femminile


Fonti
Le fonti correlate a:
Campo di concentramento
  • home.Mariuccia Nulli la cella del Lager

Fonti
Extra
I documenti correlati a:
Campo di concentramento

Extra

Naviga in memorieincammino.it

Tutte le pagine che navigherai le ritroverai in quest'area.

Memorie in cammino
Right Menu Icon