memorieincammino.it
Testimonianze, documenti, immagini di un'Italia in trasformazione (1922-1945)
Sono presenti 879 fonti
memorieincammino.it
Testimonianze, documenti, immagini di un'Italia in trasformazione (1922-1945)
Sono presenti 879 fonti
memorieincammino.it
Testimonianze, documenti, immagini di un'Italia in trasformazione (1922-1945)
Sono presenti 879 fonti
Memorie in cammino è ottimizzato per una visualizzazine in verticale.
Ti invitiamo a ruotare il dispositivo.

Parole Chiave

Home Page   >    Parole Chiave    >    Brigate Bruzzi-Malatesta
Search
Generic filters
Filtra i risultati:

Brigate Bruzzi-Malatesta

Le Brigate Bruzzi-Malatesta erano gruppi partigiani di ispirazione anarchica e operarono principalmente a Milano, nel Pavese e nelle valli bresciane. Suddivise in quattro formazioni, estesero la loro azione alla Lomellina e alla Val Trompia, fino ad essere attive anche in alcune valli del Veneto.

Prendevano il loro nome, oltre che dal teorico e rivoluzionario anarchico Errico Malatesta, anche dall'anarchico milanese Pietro Bruzzi, protagonista della lotta clandestina, catturato, torturato e ucciso dai nazifascisti nel dicembre del 1944.

In generale, la partecipazione degli anarchici alla Resistenza avvenne per lo più all'interno di formazioni di differente ispirazione politica (solitamente nelle formazioni Matteotti), e solo in alcune località, come appunto Milano, essi furono abbastanza numerosi da dare vita a organizzazioni proprie.

Proprio a Milano queste brigate, forti di 1.300 partigiani, ebbero un ruolo di primo piano nella liberazione e si distinsero per azioni contro le caserme delle Brigate Nere, nella liberazione dei prigionieri di Villa Triste – centro di detenzione e tortura della famigerata Banda Koch –, nell'occupazione il 25 aprile 1945 delle fabbriche "Carlo Erba" – per impedirne la distruzione per mano dei tedeschi in fuga – e nell'occupazione della sede dell'EIAR (la Rai). Il comandante era Orazio Mario Perelli, mentre Mario Mantovani era commissario politico.

Bibliografia e approfondimenti:

  • Roberto Battaglia, Storia della Resistenza italiana. 8 settembre 1943-25 aprile 1945, G. Einaudi Editore, Torino 1964;
  • Pietro Secchia, Enciclopedia dell'Antifascismo e della Resistenza, La Pietra, Milano 1971;
  • Enzo Collotti, Renato Sandri, Frediano Sessi (a cura di), Dizionario della Resistenza, 2 voll., G. Einaudi Editore, Torino 2001;
  • per ulteriori informazioni è possibile visitare il sito ufficiale dell'ANPI (Associazione Nazionale Partigiani d'Italia).

Fonti
Extra

Naviga in memorieincammino.it

Tutte le pagine che navigherai le ritroverai in quest'area.

Memorie in cammino
Right Menu Icon