memorieincammino.it
Testimonianze, documenti, immagini di un'Italia in trasformazione (1922-1945)
Sono presenti 1175 fonti
memorieincammino.it
Testimonianze, documenti, immagini di un'Italia in trasformazione (1922-1945)
Sono presenti 1175 fonti
memorieincammino.it
Testimonianze, documenti, immagini di un'Italia in trasformazione (1922-1945)
Sono presenti 1175 fonti
Memorie in cammino è ottimizzato per una visualizzazine in verticale.
Ti invitiamo a ruotare il dispositivo.

Luoghi

Home Page   >    Luoghi    >    Voghera (PV)
Search
Generic filters
Filtra i risultati:

Voghera (PV)

Comune lombardo in provincia di Pavia, Voghera è il principale centro dell'Oltrepo Pavese e rappresenta un importante nodo ferroviario e stradale. Rinomato centro vinicolo e industriale, la città sorge sulle rive del torrente Staffora e il suo territorio si sviluppa nella zona pianeggiante all'inizio della Pianura Padana. Per la sua posizione strategica all'incrocio tra le direttrici Milano-Genova e Torino-Bologna, Voghera visse in pieno gli avvenimenti che caratterizzarono gli anni della Seconda Guerra Mondiale in Italia. Con la caduta del Fascismo e il successivo Armistizio dell'8 settembre 1943, la città, da un lato, vide rafforzarsi l'opposizione clandestina con la nascita del Comitato di Liberazione Nazionale cittadino che resterà un punto di riferimento per l'organizzazione ed il sostegno del movimento partigiano nato nell'Oltrepo Pavese; dall'altro lato, assistette all'occupazione della zona da parte delle truppe tedesche con il dramma dei militari italiani presi prigionieri nella caserma di Cavalleria il 9 settembre 1943 (nell'arco di una decina di giorni l'insieme dei militari - soldati, sottufficiali e ufficiali - venne deportato in Germania nei campi di prigionia). Voghera subì anche numerosi bombardamenti alleati, tra cui il più pesante fu senza dubbio quello della sera del 23 agosto 1944 quando cacciabombardieri (forse americani), restando ad alta quota, sganciarono diverse bombe sul centro abitato. Il bilancio finale fu disastroso: 79 morti, 288 feriti civili e 7 militari, quasi 350 famiglie rimaste senza casa. Diverse furono le azioni partigiane compiute in città. Una delle più importanti e clamorose fu la cattura dell'intero presidio fascista costituito da militi del battaglione "San Marco", con armi ed equipaggiamento, di stanza presso la Caserma di Cavalleria, avvenuta nell'ottobre 1944. Ma ci furono anche due azioni compiute da piccoli nuclei partigiani nelle carceri di Voghera (allora installate presso il Castello) per liberare esponenti antifascisti: la prima ebbe luogo il 26 settembre 1944; la seconda, nei primi giorni del novembre 1944. Voghera venne liberata definitivamente il 26 aprile 1945 quando la direzione politica-amministrativa della città passò nelle mani del CLN locale.Bibliografia e approfondimenti:

  • Per ulteriori informazioni sulla città di Voghera nel periodo del secondo conflitto mondiale e della Resistenza è possibile visitare il sito dell'ANPI di Voghera.

Fonti
Le fonti correlate a:
Voghera (PV)

Fonti
Soci

Naviga in memorieincammino.it

Tutte le pagine che navigherai le ritroverai in quest'area.

Memorie in cammino
Right Menu Icon