memorieincammino.it
Testimonianze, documenti, immagini di un'Italia in trasformazione (1922-1945)
Sono presenti 1175 fonti
memorieincammino.it
Testimonianze, documenti, immagini di un'Italia in trasformazione (1922-1945)
Sono presenti 1175 fonti
memorieincammino.it
Testimonianze, documenti, immagini di un'Italia in trasformazione (1922-1945)
Sono presenti 1175 fonti
Memorie in cammino è ottimizzato per una visualizzazine in verticale.
Ti invitiamo a ruotare il dispositivo.

Luoghi

Home Page   >    Luoghi    >    Neviano degli Arduini (PR)
Search
Generic filters
Filtra i risultati:

Neviano degli Arduini (PR)

Comune emiliano in provincia di Parma, Neviano degli Arduini si trova sui primi contrafforti dell'Appennino Tosco-Emiliano. Il territorio comunale è lambito dai torrenti Enza e Parmossa ed è attraversato dalla Val Toccana e dalle valli dei torrenti Termina di Torre e Termina di Castione. La cima più alta è quella del Monte Fuso, che con i suoi 1.117 metri rappresenta un rilievo boscoso di notevole interesse naturalistico-ambientale, ora protetto dall'oasi faunistica. Durante il periodo resistenziale, l'intero territorio di Neviano degli Arduini pagò un tributo altissimo di vite umane in proporzione al numero dei suoi abitanti. Il paese, di fronte al presidio nazifascista di Ciano d'Enza (RE), era strategicamente molto importante per i partigiani, che qui si organizzarono principalmente nella 47^ Brigata Garibaldi; per questi motivi fu duramente colpito dalla rappresaglia del luglio 1944 con innumerevoli saccheggi, razzie e violenze che interessarono anche le frazioni vicine, tra le quali Lupazzano, Urzano, Mozzano, Campora e Sasso. Proprio in questa ultima località aveva sede il comando della 47^ Brigata Garibaldi. Sasso fu il cuore dell'area interessata dal rastrellamento del luglio 1944. Verso l'alba del 1° luglio tutta la gente di Sasso era nascosta. I tedeschi con alcuni colpi centrarono le campane della chiesa. Iniziò poi, con le violente e ormai collaudate modalità, il rastrellamento degli uomini e la razzia del bestiame. Furono così uccisi i fratelli Arnaldo e Odoardo Salati, Antonio Garulli, Carlo Corradi, Renzo Zanettini e Marcello Mazza. Porfirio Canetti venne catturato e gli fu imposto di guidare i tedeschi dove si trovavano i partigiani: lo uccisero pochi metri prima di Campora. Il parroco di Sasso fu preso prigioniero. Particolarmente efferata l'uccisione di Pietro Zanni, catturato poco prima a Mozzano. Il giovane (22 anni) fu costretto a camminare fino a Sasso; qui venne colpito a tradimento e lasciato agonizzante in una scarpata lungo la strada per Scurano. Prima di andarsene, i tedeschi lo derubarono dei soldi e di ogni altro avere. A fine luglio, quando i tedeschi abbandonarono i territori montani della provincia, le formazioni si erano già quasi interamente ricostituite. In quei giorni, pur tra i nemici, l'attività per riorganizzare i contatti fu molto intensa. A testimoniare e ricordare l'attività delle brigate partigiane impegnate nella zona, è oggi visitabile nel borgo di Sasso il Museo della Resistenza, allestito a cura dell'Istituto Storico della Resistenza e dell'Età Contemporanea di Parma, con fotografie e documenti originali. Vicino al museo, inoltre, è stato eretto un monumento in memoria delle vittime civili e dei partigiani caduti nella lotta di Liberazione. Infine, per i sacrifici delle sue popolazione e per la sua attività nella lotta partigiana, il Comune di Neviano degli Arduini è stato insignito della Medaglia di Bronzo al Valor Militare.

Bibliografia e approfondimenti:

  • Il Museo storico della Resistenza. Sasso di Neviano degli Arduini, Edizioni Edicta, Parma 2004;
  • Emilia Romagna. Itinerari nei luoghi della memoria 1943-1945, Touring Club Italiano, Milano 2005;
  • Sentieri partigiani della Provincia di Parma. Itinerari della memoria nell'Appennino parmense, a cura dell'Istituto Storico della Resistenza e dell'Età Contemporanea di Parma, Tipolitografia Stamperia, Parma 2006;
  • Sito ufficiale del Comune di Neviano degli Arduini (PR).

Fonti
Soci

Naviga in memorieincammino.it

Tutte le pagine che navigherai le ritroverai in quest'area.

Memorie in cammino
Right Menu Icon