memorieincammino.it
Testimonianze, documenti, immagini di un'Italia in trasformazione (1922-1945)
Sono presenti 1175 fonti
memorieincammino.it
Testimonianze, documenti, immagini di un'Italia in trasformazione (1922-1945)
Sono presenti 1175 fonti
memorieincammino.it
Testimonianze, documenti, immagini di un'Italia in trasformazione (1922-1945)
Sono presenti 1175 fonti
Memorie in cammino è ottimizzato per una visualizzazine in verticale.
Ti invitiamo a ruotare il dispositivo.

Luoghi

Home Page   >    Luoghi    >    Lugo di Romagna (RA)
Search
Generic filters
Filtra i risultati:

Lugo di Romagna (RA)

Comune italiano dell'Emilia Romagna, Lugo è situato nel settore nord occidentale dell'ampia e fertile pianura alluvionale che circonda Ravenna, fra i fiumi Santerno e Senio. Il territorio comunale è attraversato da una fitta rete di canali, fra i quali il Canale dei Molini di Castel Bolognese, che hanno modellato queste terre, un tempo allagate, attraverso la bonifica. Caratterizzata da una florida economia, di derivazione in gran parte agricola, Lugo conserva un centro storico di notevole interesse, che testimonia una grande fioritura nei vari secoli, dell'architettura civile e religiosa. Dopo la tragedia della Prima Guerra Mondiale, nel 1920 fu eletto il primo sindaco socialista, Giovanni Foschini, che nel 1922 fu estromesso con la violenza da parte dei fascisti. Ma fu soprattutto la Seconda Guerra Mondiale a lasciare pesanti segni sul territorio. Nel periodo da novembre 1944 ad aprile 1945 le operazioni militari alleate si svolsero sul fiume Senio, a 2 km ad est della città, e varie incursioni aeree, insieme al quotidiano fuoco di artiglieria, colpirono notevolmente l'abitato (42% delle case in rovina o gravemente lesionate). Fu in gran parte distrutto anche il vasto portico dei mercati detto il Paviglione. Nell'agro di Lugo le borgate agricole Ca' di Longo, San Lorenzo e San Bernardino, poste lungo il lato destro del fiume Santerno, furono invece devastate da campi di mine tedeschi. Risorta rapidamente dalle rovine del conflitto, oggi Lugo riveste un importante ruolo nell'economia romagnola come centro di scambi e di commercializzazione per i prodotti agricoli della Bassa Romagna. Nel 1982 la città è stata insignita della Medaglia di Bronzo al Valor Militare per i sacrifici delle sue popolazioni e per la sua attività nella lotta partigiana: "Centro partigiano tra i più attivi di Romagna, con notevole valore di combattenti e di popolazione resistette alla ferrea  occupazione tedesca e alle conseguenti repressioni, organizzando efficacemente nel suo C.L.N. la rischiosa clandestina tutela della popolazione locale e di altre fuggiasche di località vicine, evacuate e distrutte. Fra opposti schieramenti della Linea Gotica, affiancò su fronte del Senio le sue formazioni partigiane alle forze alleate, con queste partecipando all'azione liberatrice, conclusiva dell'aspra lotta che, durante sedici mesi, partigiani e popolo di Lugo di Romagna condussero a prezzo di ingenti perdite, fra caduti e feriti, e massicce distruzioni. Lugo di Romagna, 8 settembre 1943 - 10 aprile 1945"

Bibliografia e approfondimenti: - sito ufficiale del Comune di Lugo di Romagna.


Fonti
Soci

Naviga in memorieincammino.it

Tutte le pagine che navigherai le ritroverai in quest'area.

Memorie in cammino
Right Menu Icon