memorieincammino.it
Testimonianze, documenti, immagini di un'Italia in trasformazione (1922-1945)
Sono presenti 1175 fonti
memorieincammino.it
Testimonianze, documenti, immagini di un'Italia in trasformazione (1922-1945)
Sono presenti 1175 fonti
memorieincammino.it
Testimonianze, documenti, immagini di un'Italia in trasformazione (1922-1945)
Sono presenti 1175 fonti
Memorie in cammino è ottimizzato per una visualizzazine in verticale.
Ti invitiamo a ruotare il dispositivo.

Luoghi

Home Page   >    Luoghi    >    Hannover (GERMANIA)
Search
Generic filters
Filtra i risultati:

Hannover (GERMANIA)

Città della Germania centro-settentrionale e capitale dello Stato federale della Bassa Sassonia, Hannover è situata sul fiume Leine, al limite tra il Bassopiano Germanico e le alture dell'Harz. La città è collegata con strade, ferrovie e idrovie con le principali direttrici del traffico europeo. Negli anni dell'ascesa del regime nazista, Hannover fu una delle prime città tedesche in cui sia il sindaco che gli assessori erano membri del Partito Nazionalsocialista dei Lavoratori Tedeschi (NSDAP). A quell'epoca c'era anche una consistente componente ebraica nella popolazione e nell'ottobre 1938 484 ebrei di origine polacca residenti ad Hannover furono espulsi e avviati alla deportazione in Polonia. Tuttavia, la Polonia si rifiutò di accettarli e questi rimasero bloccati al confine, assistiti dalla Croce Rossa Polacca e da altre organizzazioni ebraiche. Tra le famiglie deportate vi era anche quella di Herschel Grynszpan, giovane diciassettene che, venuto a conoscenza dell'accaduto mentre era a Parigi, il 7 novembre 1938 si recò all'ambasciata tedesca ed uccise Ernst Eduard vom Rath, politico diplomatico della Germania. L'assassinio di vom Rath fu la scusa utilizzata dai vertici nazisti per pianificare e lanciare un massiccio pogrom contro le comunità ebraiche tedesche, avvenuto nella notte tra il 9 e il 10 novembre 1938, e passato alla storia con il nome di Notte dei Cristalli. In quanto importante centro stradale e ferroviario, e centro produttivo, durante la Seconda Guerra Mondiale Hannover divenne uno dei bersagli delle operazioni di bombardamento strategico alleato: la città subì 88 incursioni aeree che provocarono la morte di più di 6.000 civili e la distruzione del 90% del centro. Durante il conflitto, inoltre, furono dislocati ad Hannover diversi campi satellite del campo di concentramento di Neuengamme con migliaia di prigionieri che vivevano in condizioni disumane. Furono circa 60.000 i detenuti, provenienti per la maggior parte da Russia, Polonia, Francia, Belgio e Paesi Bassi, che furono costretti ai lavori forzati nelle industrie della zona per sostenere la guerra del Reich. L'avanzata degli Alleati in Germania raggiunse Hannover il 10 aprile 1945 quando l'84^ Divisione Fanteria statunitense entrò in città. Successivamente Hannover entrò a far parte della zona sotto il controllo delle forze britanniche.


Fonti
Le fonti correlate a:
Hannover (GERMANIA)

Fonti
Soci

Naviga in memorieincammino.it

Tutte le pagine che navigherai le ritroverai in quest'area.

Memorie in cammino
Right Menu Icon