memorieincammino.it
Testimonianze, documenti, immagini di un'Italia in trasformazione (1922-1945)
Sono presenti 1175 fonti
memorieincammino.it
Testimonianze, documenti, immagini di un'Italia in trasformazione (1922-1945)
Sono presenti 1175 fonti
memorieincammino.it
Testimonianze, documenti, immagini di un'Italia in trasformazione (1922-1945)
Sono presenti 1175 fonti
Memorie in cammino è ottimizzato per una visualizzazine in verticale.
Ti invitiamo a ruotare il dispositivo.

Luoghi

Home Page   >    Luoghi    >    Cavriago (RE)
Search
Generic filters
Filtra i risultati:

Cavriago (RE)

Comune emiliano in provincia di Reggio Emilia, Cavriago sorge nella Pianura Padana, ad 8 km a sud-ovest del capoluogo provinciale. Centro dalle forti tradizioni socialiste e cooperativistiche, Cavriago assistette alle prime avvisaglie della conquista fascista nel 1921 quando i locali della cooperativa di consumo furono perquisiti e il 1° maggio l'anarchico Primo Francescotti e il cattolico Stefano Barilli furono uccisi da una squadra fascista. Dopo questi fatti molti oppositori emigrarono ad Argenteuil, alle porte di Parigi, dove dettero vita al sogno di costruire una società comunista fatta di lavoro e di libertà, punto di attrazione per molti esuli antifascisti che si mobilitarono per la guerra di Spagna e, dopo l'8 settembre 1943, per la Resistenza in Italia. Tra questi, Angelo Zanti che, rientrato in paese, divenne un punto di riferimento per la Resistenza nel Reggiano. Nell'estate del 1944 fu nominato ufficiale di collegamento tra il comando di piazza di Reggio Emilia, le formazioni di montagna e il comando militare regionale sotto il nome di battaglia "Amos". Catturato dai nazifascisti, fu ferocemente torturato a Villa Cucchi, condannato a morte e fucilato il 13 gennaio 1945 nella caserma Zucchi di Reggio. Il suo nome venne dato alla 76^ Brigata Garibaldi SAP, operante nel Reggiano. Nel corso dell'occupazione tedesca, inoltre, Cavriago fu uno dei centri della provincia maggiormente colpiti dai bombardamenti; tuttavia, il paese accolse numerosi sfollati dalla città, tra cui Nilde Iotti, comunista, nel 1946 prima donna eletta nell'Assemblea Costituente, e Giuseppe Dossetti, popolare, presidente del CLN provinciale, anch'egli eletto nell'Assemblea Costituente; entrambi saranno membri della "Commissione dei 75" incaricata della stesura della Costituzione. Altra personalità legata a Cavriago è Luigi Reverberi, il generale che guidò gli Alpini nella ritirata di Nikolajevka durante la Campagna di Russia. Arrestato dai tedeschi a Bressanone nella notte tra l'8 e il 9 settembre 1943, fu deportato nel campo di concentramento per ufficiali di Posen, nella Germania orientale, e finì la guerra in mano ai russi. Venne rimpatriato nel settembre 1945.

Bibliografia e approfondimenti:

  • Emilia Romagna. Itinerari nei luoghi della memoria 1943-1945, Touring Club Italiano, Milano 2005;
  • sito istituzionale del Comune di Cavriago.

Fonti
Le fonti correlate a:
Cavriago (RE)

Fonti
Soci
I soci correlati a:
Cavriago (RE)

Soci

Naviga in memorieincammino.it

Tutte le pagine che navigherai le ritroverai in quest'area.

Memorie in cammino
Right Menu Icon