memorieincammino.it
Testimonianze, documenti, immagini di un'Italia in trasformazione (1922-1945)
Sono presenti 879 fonti
memorieincammino.it
Testimonianze, documenti, immagini di un'Italia in trasformazione (1922-1945)
Sono presenti 879 fonti
memorieincammino.it
Testimonianze, documenti, immagini di un'Italia in trasformazione (1922-1945)
Sono presenti 879 fonti
Memorie in cammino è ottimizzato per una visualizzazine in verticale.
Ti invitiamo a ruotare il dispositivo.

Luoghi

Home Page   >    Luoghi    >    Cantalupo Ligure (AL)
Search
Generic filters
Filtra i risultati:

Cantalupo Ligure (AL)

Comune piemontese in provincia di Alessandria, Cantalupo Ligure è situato nell'alta Val Borbera, sulla destra del torrente omonimo. Incorporato nella provincia di Alessandria nel 1859, Cantalupo Ligure mantenne la sua autonomia fino al 1927 quando, con l'affermarsi della dittatura fascista, divenne parte del Comune di Rocchetta Ligure. Nel corso della Seconda Guerra Mondiale, in particolare negli anni della Resistenza, l'alta Val Borbera fu uno dei teatri di lotta del movimento partigiano sviluppatosi tra il 1943 e il 1945 sull'Appennino ligure-piemontese. La Divisione Garibaldi "Pinan-Cichero" fu protagonista di numerosi episodi sul territorio di Cantalupo Ligure, a partire dall'estate del 1944 quando, tra il 24 e il 27 agosto, presso le Strette della frazione di Pertuso, un centinaio di partigiani, sebbene male equipaggiati, resistettero in armi contro 2-3 mila nazifascisti, facendo 64 prigionieri, poi liberati, prima di ritirarsi ormai senza munizioni. Il 3 ottobre 1944 venne fatto saltare dai partigiani il Ponte del Carmine per impedire ai nazifascisti di raggiungere l'alta valle con i mezzi corazzati. Dopo il rastrellamento invernale e il superamento del duro inverno 1944-'45, la lotta partigiana cominciò ad ottenere grandi risultati. Il 2 febbraio del 1945 ebbe luogo un cruento scontro tra partigiani della "Pinan-Cichero" e un reparto della Wehrmacht con truppe del Turkmenistan (i cosiddetti "Mongoli"). La battaglia, ricordata come Battaglia di Cantalupo Ligure, si concluse con la vittoria dei partigiani e il sacrificio di Fëdor Andrianovic Poletaev, ex soldato dell'Armata Rossa, fuggito dalla prigionia tedesca e in seguito unitosi alle formazioni dei "ribelli" dell'Appennino ligure-piemontese. Dopo la fine della guerra, nel 1947, Cantalupo ritornò comune autonomo. Per i sacrifici della sua popolazione e per la sua attività nella lotta partigiana durante la Seconda Guerra Mondiale, il Comune di Cantalupo Ligure è stato insignito della Medaglia di Bronzo al Valor Militare.

Bibliografia e approfondimenti:


Fonti
Le fonti correlate a:
Cantalupo Ligure (AL)

Fonti
Soci

Naviga in memorieincammino.it

Tutte le pagine che navigherai le ritroverai in quest'area.

Memorie in cammino
Right Menu Icon