memorieincammino.it
Testimonianze, documenti, immagini di un'Italia in trasformazione (1922-1945)
Sono presenti 1175 fonti
memorieincammino.it
Testimonianze, documenti, immagini di un'Italia in trasformazione (1922-1945)
Sono presenti 1175 fonti
memorieincammino.it
Testimonianze, documenti, immagini di un'Italia in trasformazione (1922-1945)
Sono presenti 1175 fonti
Memorie in cammino è ottimizzato per una visualizzazine in verticale.
Ti invitiamo a ruotare il dispositivo.

Eventi

Home Page   >    Eventi    >    1944    >    Eccidio delle Fosse Ardeatine
Search
Generic filters
Filtra i risultati:

Eccidio delle Fosse Ardeatine
dal   24/03/1944

al   24/03/1944

L'Eccidio delle Fosse Ardeatine è il massacro compiuto a Roma dalle truppe di occupazione della Germania nazista il 24 marzo 1944 ai danni di 335 civili e militari italiani.

Ad organizzare ed eseguire la strage furono l’ufficiale delle SS Herbert Kappler, all'epoca anche comandante della polizia tedesca a Roma, il capitano Erich Priebke e Albert Kesserling.

L'eccidio maturò come atto di rappresaglia per vendicare 33 militari tedeschi morti in un attentato partigiano a Via Rasella il 23 marzo.

I nazisti, dietro ordine diretto di Hitler, applicarono alla lettera il principio di fucilare 10 ostaggi italiani per ogni tedesco ucciso. Non si conoscono ancora i motivi precisi per cui vennero inseriti 5 nomi in più alla lista.

Le Fosse Ardeatine, antiche cave di pozzolana site nei pressi della Via Ardeatina, furono scelte quali luogo dell'esecuzione e per occultare i cadaveri dei 335 uccisi, di cui 39 militari, 120 partigiani e 13 mai identificati. Tra le vittime anche 75 di religione ebraica. Le restanti erano civili, in massima parte prelevati dal carcere di Regina Coeli o direttamente sul posto a Via Rasella.

L'esecuzione, che avvenne con un colpo alla nuca, fu di proporzioni enormi tanto che gli stessi comandi nazisti la resero pubblica, insieme all'attentato partigiano, solo a cose fatte e dopo aver fatto saltare le cave con delle mine per rendere più difficoltoso il ritrovamento dei corpi.

Dopo la liberazione di Roma e conclusa la guerra, i responsabili della strage furono sottoposti ai processi della giustizia civile e militare. Kappler fu condannato all'ergastolo nel maggio del 1948, mentre Priebke, ritrovato dopo anni di latitanza in Argentina, finì sul banco degli imputati nel 1996 e condannato all'ergastolo l'anno successivo.

Per la sua efferatezza, l'alto numero di vittime, e per le tragiche circostanze che portarono al suo compimento, l'eccidio delle Fosse Ardeatine è diventato l'evento simbolo della rappresaglia nazista durante il periodo dell'occupazione.

Bibliografia e approfondimenti:

  • Robert Katz, Morte a Roma. Il massacro delle Fosse Ardeatine, Editori Riuniti, Roma 1967;
  • Sergio Piccioni (a cura di), Roma 1944. Le Fosse Ardeatine, La Nuova Italia, Firenze 1968;
  • W. Settimelli (a cura di), I grandi processi. Herbert Kappler. La verità sulle Fosse Ardeatine, 2 voll., Edizioni de "L'Unità", Roma 1994;
  • Mario Spataro, Rappresaglia. Via Rasella e le Ardeatine alla luce del caso Priebke, Ed. Settimo Sigillo, Roma 1996;
  • A.VV., Priebke e il massacro delle Ardeatine, Edizioni de "L'Unità"-Irsifar, Roma 1996;
  • Adachiara Zevi, Fosse Ardeatine. Roma, Testo e Immagine, Torino, 2000;
  • Alessandro Portelli, L'ordine è già stato eseguito. Roma, le Fosse Ardeatine, la memoria, Donzelli, Roma 2001;
  • Joachim Staron, Fosse Ardeatine e Marzabotto: storia e memoria di due stragi tedesche, Il Mulino, Bologna 2007;
  • per le condanne militari ai responsabili dell'eccidio delle Fosse Ardeatine si rimanda al sito del Ministero della Difesa, nella sezione Processi per crimini di guerra.

Fonti
Extra

Naviga in memorieincammino.it

Tutte le pagine che navigherai le ritroverai in quest'area.

1918
GEN
FEB
MAR
APR
MAG
GIU
LUG
AGO
SET
OTT
NOV
DIC
1919
GEN
FEB
MAR
APR
MAG
GIU
LUG
AGO
SET
OTT
NOV
DIC
1920
GEN
FEB
MAR
APR
MAG
GIU
LUG
AGO
SET
OTT
NOV
DIC
1921
GEN
FEB
MAR
APR
MAG
GIU
LUG
AGO
SET
OTT
NOV
DIC
1922
GEN
FEB
MAR
APR
MAG
GIU
LUG
AGO
SET
OTT
NOV
DIC
1923
GEN
FEB
MAR
APR
MAG
GIU
LUG
AGO
SET
OTT
NOV
DIC
1924
GEN
FEB
MAR
APR
MAG
GIU
LUG
AGO
SET
OTT
NOV
DIC
1925
GEN
FEB
MAR
APR
MAG
GIU
LUG
AGO
SET
OTT
NOV
DIC
1926
GEN
FEB
MAR
APR
MAG
GIU
LUG
AGO
SET
OTT
NOV
DIC
1927
GEN
FEB
MAR
APR
MAG
GIU
LUG
AGO
SET
OTT
NOV
DIC
1928
GEN
FEB
MAR
APR
MAG
GIU
LUG
AGO
SET
OTT
NOV
DIC
1929
GEN
FEB
MAR
APR
MAG
GIU
LUG
AGO
SET
OTT
NOV
DIC
1930
GEN
FEB
MAR
APR
MAG
GIU
LUG
AGO
SET
OTT
NOV
DIC
1931
GEN
FEB
MAR
APR
MAG
GIU
LUG
AGO
SET
OTT
NOV
DIC
1932
GEN
FEB
MAR
APR
MAG
GIU
LUG
AGO
SET
OTT
NOV
DIC
1933
GEN
FEB
MAR
APR
MAG
GIU
LUG
AGO
SET
OTT
NOV
DIC
1934
GEN
FEB
MAR
APR
MAG
GIU
LUG
AGO
SET
OTT
NOV
DIC
1935
GEN
FEB
MAR
APR
MAG
GIU
LUG
AGO
SET
OTT
NOV
DIC
1936
GEN
FEB
MAR
APR
MAG
GIU
LUG
AGO
SET
OTT
NOV
DIC
1937
GEN
FEB
MAR
APR
MAG
GIU
LUG
AGO
SET
OTT
NOV
DIC
1938
GEN
FEB
MAR
APR
MAG
GIU
LUG
AGO
SET
OTT
NOV
DIC
1939
GEN
FEB
MAR
APR
MAG
GIU
LUG
AGO
SET
OTT
NOV
DIC
1940
GEN
FEB
MAR
APR
MAG
GIU
LUG
AGO
SET
OTT
NOV
DIC
1941
GEN
FEB
MAR
APR
MAG
GIU
LUG
AGO
SET
OTT
NOV
DIC
1942
GEN
FEB
MAR
APR
MAG
GIU
LUG
AGO
SET
OTT
NOV
DIC
1943
GEN
FEB
MAR
APR
MAG
GIU
LUG
AGO
SET
OTT
NOV
DIC
1944
GEN
FEB
MAR
APR
MAG
GIU
LUG
AGO
SET
OTT
NOV
DIC
1945
GEN
FEB
MAR
APR
MAG
GIU
LUG
AGO
SET
OTT
NOV
DIC
1946
GEN
FEB
MAR
APR
MAG
GIU
LUG
AGO
SET
OTT
NOV
DIC
1947
GEN
FEB
MAR
APR
MAG
GIU
LUG
AGO
SET
OTT
NOV
DIC
1948
GEN
FEB
MAR
APR
MAG
GIU
LUG
AGO
SET
OTT
NOV
DIC
1949
GEN
FEB
MAR
APR
MAG
GIU
LUG
AGO
SET
OTT
NOV
DIC
Memorie in cammino
Right Menu Icon